DONA PER LA NATURA

Le aree verdi comprendono parchi urbani, suburbani, regionali ma anche corsi d’acqua, zone umide, riforestazioni. A Buccinasco sono presenti molti luoghi appartenenti alle zone sopra descritte tra i quali si possono annoverare Spina Azzurra, Spina Verde, Parco Scarlatti/Salieri, Via della Musica, Parco Agricolo Sud Milano, Fontanile Mortisia, Fontanile Battiloca, rogge, pozze e cave. Ciascuno di questi luoghi è in grado di rappresentare un proprio ecosistema e di conseguenza, in base al contesto in cui esso è inserito, risulta buona norma optare per scelte gestionali atte alla salvaguardia delle singole vocazioni naturalistiche. Va ricordato che la conservazione della biodiversità è una prerogativa mondiale perché da essa dipende la nostra vita e non solo.

Mentre per i parchi urbani la manutenzione del verde risulta essere prevalentemente “ordinaria”, per le zone naturalistiche come corsi d’acqua e aree di riforestazione la gestione è importante che sia più attenta e accurata possibile. Durante il periodo primaverile e soprattutto estivo gli sfalci della vegetazione vengono eseguiti con minore frequenza, le potature vengono sospese o rimandate (salvo emergenze o casi particolari) così come la pulizia dei letti delle rogge o di altri corsi d’acqua sia urbani che suburbani e – a maggior ragione – rurali. Vi sono zone a Buccinasco dove è stata tagliata la vegetazione a ridosso dell’argine di una roggia mentre è stata rimandata la pulizia del letto della stessa per la presenza di anfibi in uno stadio del loro ciclo vitale molto sensibile (girini di rane e rospi). Questi animali, appartenenti alla cosi detta piccola fauna, sono protetti da Leggi italiane ed Internazionali come la Convenzione di Berna (ratificata dall’Italia nel 1981) la quale assicura la conservazione della flora e della fauna selvatiche e dei loro habitat naturali. Gli anfibi inoltre sono buoni indicatori di salubrità ambientale e svolgono un ruolo importante nella lotta biologica dato che si cibano di zanzare. In autunno, quando le nuove generazioni di animali saranno adulti, quando le rane potranno spostarsi autonomamente e i nuovi passeri volare da un rovo all’altro, allora sarà il tempo per l’ordinaria manutenzione del verde anche in queste zone. La riqualificazione di un’area dipende dall’approccio che si dimostra verso queste situazioni. Ciò che rende una zona degradata sono le condizioni precarie delle infrastrutture come le fognature o l’inciviltà di poche persone che inquinano l’ambiente, gettando magari i rifiuti proprio nelle rogge.

Il Comune di Buccinasco è attento e sensibile all’ecologia e alla tutela ambientale perchè grazie alla salvaguardia della nostra natura, seppur piccola che sia, è possibile proteggere la nostra salute. Sia di coloro che ammirano i girini sia di coloro che non sanno nemmeno di cosa si tratti.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento