DONA PER LA NATURA

Inquadramento territoriale

Il Fontanile Campociocco minore si trova in Località Gudo Gambaredo, nel Comune di Buccinasco. La testa del Fontanile ha origine a Sud-Est dell’agglomerato di Cascina Parazzolo, in prossimità della strada asfaltata di comunicazione tra Località Gudo Gambaredo e Frazione Moirago nel Comune di Zibido San Giacomo; da qui prosegue parallelo al sistema del Fontanile Campociocco, al quale si collega 190 metri circa più a valle.

Situazione Ambientale

ASTA

Le indagini preliminari di caratterizzazione ambientale dell’asta del Fontanile Campociocco minore, svolte a partire dalla confluenza con il sistema del Fontanile Campociocco, risalendo sino alla testa, hanno portato alla definizione delle seguenti caratteristiche:

 

Rive, vegetazione riparia e territorio circostante
Lungo la riva destra abbondano arbusti ed essenze arboree autoctone, tra cui risultano presenti un discreto numero di Salici e Farnie. Tra gli arbusti è presente anche qualche Sambuco. La struttura complessiva di tale fascia arborea riparia, appare nel complesso stabile, senza interruzioni di rilievo e con una ampiezza media di almeno 5 metri lungo l’intero tratto analizzato, pur non garantendo una buona ombreggiatura al sistema, assicura comunque una certa continuità ecologica alle componenti faunistiche. Lungo la sponda sinistra, invece, si registra la totale assenza di vegetazione, a causa della presenza di prati polifiti. Il territorio circostante è, nel complesso, contraddistinto dalla presenza di colture di tipo intensivo, dominate da Mais.

 

Caratteristiche dell’alveo

Il flusso idrico è molto lento, a seguito delle portate ridotte, della scarsa pendenza e della sezione relativamente ampia (5-7 metri). La trasparenza dell’acqua è elevata; la profondità media è di 30 cm con livelli massimi di 40 cm. Il fondale è caratterizzato da una coltre di sedimenti fini, prevalentemente fangosi. I rifugi a disposizione della fauna acquatica sono rappresentati in prevalenza dalla spessa coltre perifitica e dal sottosponda. La temperatura dell’acqua alla data del rilievo (6 luglio 2007) è pari a 15,0 °C, mentre il tenore d’ossigeno è risultato mediamente superiore rispetto agli altri fontanili del territorio, con valori di saturazione pari al 59% per una concentrazione di 5,8 mg l-1.

TESTA

La generale uniformità del sistema del Fontanile Campociocco minore, non ha consentito di identificare una netta distinzione tra Testa ed Asta, entrambe con larghezza media compresa tra i 6 ed i 7 m, sino alla confluenza con l’asta del Fontanile Campociocco. Nonostante ciò, le principali caratteristiche ambientali rilevate in prossimità della testa sono:

 

Rive, vegetazione riparia e territorio circostante
La struttura delle rive risulta nel complesso identica a quella dell’asta; infatti anche qui si riscontra una netta distinzione tra la struttura della sponda destra, caratterizzata dalla presenza di un ampia fascia arborea riparia e la sponda sinistra, a ridosso dei prati polifiti. In prossimità dell’acqua, sono presenti in più punti alcuni esemplari di carice, la cui peculiarità aumenta sensibilmente il valore conservazionistico di questa breve zona ecotonale. Il territorio circostante è stato classificato, al pari dell’asta, quale territorio a coltivazioni intensive, per la presenza di frequenti coltivi dominati dal Mais.

 

Caratteristiche dell’alveo

La composizione dell’alveo è del tutto simile a quello dell’asta. Infatti, rimane invariata la composizione del fondale, rappresentato da uno strato fangoso. La velocità della corrente è impercettibile e la profondità media dell’acqua risulta invariata, con valori medi attorno a 30-40 cm, la trasparenza è elevata e la temperatura è pari a 14 °C. I tenori di ossigeno sono bassi, con valori del 34% di saturazione per 3,4 mg l-1 di concentrazione del gas disciolto. L’ombreggiatura e la presenza di rifugi sono analoghi a quanto rilevato per l’asta del fontanile. Non sono state rinvenute polle artificiali (tini o aghi).

Studio della Batracofauna

I rilievi notturni sono stati condotti in data 19 Luglio 2007 ed hanno interessato tutto il tratto di fontanile compreso tra la testa e l’immissione del Fontanile Campociocco. Pur non avendo catturato alcun anfibio, è stato possibile registrare la presenza nell’area d’indagine di Rana verde (Rana Kl. Esculenta) e Raganella (Hyla intermedia), entrambe in piena attività canora. A causa della presenza di una coltre di sedimenti fangosi molto spessa non è stato possibile effettuare le indagini ittiche, anche se è stato comunque possibile osservare la presenza di pesce, proveniente dalla vicina confluenza con il sistema del Fontanile Campociocco. Inoltre l’assenza di una porzione di sistema caratterizzato da acque correnti ha comportato anche l’impossibilità di effettuare le indagini IBE e IFF, in quanto le acque lentiche non vengono elencate tra le tipologie di ambiente idoneo all’applicazione dei due indici.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento