DONA PER LA NATURA

Il Battiloca è fra i più giovani Fontanili di Buccinasco, esso infatti, a differenza di molti altri, non esisteva ancora all’inizio del 1700 quando fu disegnato il catasto generale detto Teresiano. Fu probabilmente scavato alla fine del 1700 o all’inizio del secolo successivo. Il nome derica dalla cascina Battiloca, la parte orientale del complesso di Buccinasco Castello. L’asta correva parallela a quella del Fontanile Bazzanella e vi si immetteva dopo circa un chilometro. La costruzione della tangenziale ovest nel 1967 ha interrotto l’unica asta, poi l’abbassamento delle falde e l’assenza di manutenzione ha portato il fontanile ad interrarsi quasi completamente. La forma caratteristica, il bel boschetto che lo circonda, la bella posizione in cui si è venuto a trovare nella Buccinasco del terzo millennio, il valore storico e culturale che si porta dietro come del resto i suoi confratelli, ha spinto fortunatamente ad un intervento di restauro radicale che è andato a rivitalizzare le sorgenti ormai esauste e otturate da almeno un quarantennio di abbandono. L’intervento è stato rispettoso delle caratteristiche originali del fontanile che è del tipo a infiltrazioni e capta sorgenti pochissimo profonde. In sostanza è stato asportato lo stesso strato di fango accumulatosi nei decenni fino ad arrivare allo strato di ghiaia e qui si sono sistemati i tini a una profondità non superiore a 3 metri. Oggi il fontanile, anche se a portata ridotta, ha ripreso funzionalità.

L’AMBIENTE DEL FONTANILE

Il lungo periodo di degrado e il radicale intervento di restauro del fontanile Battiloca ha praticamente eliminato temporaneamente la flora e la fauna tipiche del fontanile ma ben preso esse si riformeranno. Il fondo ghiaioso-sabbioso e l’acqua limpida sempre in movimento, più o meno alla stessa temperatura tutto l’anno, sono le condizioni adatte per favorire la crescita e lo sviluppo di flora e fauna caratteristiche.

I PESCI

La fauna più vistosa di un ambiente acquatico è evidentemente quella ittica. Il fontanile ha i suoi pesci caratteristici e in modo particolare il Battiloca che è un sistema chiuso. VAIRONI, GOBIONI e SCAZZONI sono i piccoli pesci più adatti a queste acque chiare a fondo ghiaioso. CARPE e TINCHE amano acque calme ma comunque ossigenate e trovano il loro habitat negli angoli più motosi e tranquilli. Le ALBORELLE sono sempre presenti. Meno graditi i CAVEDANI che hanno la vocazione a diventare infestanti. Nei sistemi aperti, cioè in collegamento con il resto della rete idrica, scorrazza sempre il predatore per eccellenza: il LUCCIO.

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento