DONA PER LA NATURA

Gentile visitatore, questo blog NON è una testata giornalistica e di conseguenza NON è responsabile di quanto compare in queste pagine (post, articoli, immagini, commenti). Per qualunque problema si prega di contattare la redazione. Entrando in questo sito (e nelle pagine, sezioni e sottosezioni presenti) confermi di aderire tacitamente alle seguenti condizioni. Grazie!

DISCLAIMER

Cattura

Buccinasco, 19/06/14 – ProgEco – Ambiente & Natura è una piccola associazione scientifica e di tutela ambientale che si occupa della salvaguardia della biodiversità e degli habitat. Nata nel 2009 in quel di Buccinasco (MI) è composta soprattutto da biologi, veterinari, naturalisti e da appassionati dato che l’associazione è aperta a tutti. Fin dai primordi ProgEco si è distinta per via della sua mission che consiste principalmente nella divulgazione delle informazioni riguardanti la natura a 360° ma è la prima in Italia che si occupa di proporre, coordinare e diffodnere i metodi ecologici per la gestione faunsitica di animali selvatici e in particolare alloctoni o considerati “problematici”. Insieme all’associazione Tom&Jerry onlus siamo stati i primi in Italia, nel 2008, a proporre la sterilizzazione come metodi di contenimento ecologico per la nutria, e siamo stati i primi al mondo a sperimentare questa tecnica su questo roditore. L’attuazione poi si è avuta grazie al Comune di Buccinasco e al Museo di Storia Naturale di Milano. Progeco già da tempo divulga e propone l’impiego del controllo della fertilità anche per le altre specie. Non solo però di specie alloctone si occupa l’associazione ma anche di animali minacciati di estinzione. Con orgoglio infatti il presidente di ProgEco Samuele Venturini dichiara: “da poche settimane abbiamo iniziato una collaborazione con la Red Panda Network , un’organizzazione che si occupa di proteggere e conservare il Panda minore (Ailurus fulgen) mediante progetti in-situ di tutela non solo dell’animale ma anche dell’ambiente e di chi lavora per consentire la loro salvaguardia”. In questi giorni ProgEco ha adottato proprio un panda minore, Sita, una femmina di 5 anni e st sta organizzando un evento importante di cui avrete notizie prossimamente. Se anche tu vuoi supportare i progetti di ProgEco, dona anche solo 1 euro e salverai anche le specie in via di estinzione.

RP_ParadisePark

Red Panda

Anche quest’anno presso l’oasi “Pianeta Verde” in via Buccinasco, 45 (Milano) si terrà la LUCCIOLATA ovvero l’osservazione dedicata alle lucciole. L’evento è organizzato dalla Proloco di Buccinasco in collaborazione con ProgEco – Ambiente & Natura. Non mancate!

 

Cattura

flyer panda minore

Cattura

Buccinasco, Sabato 31 maggio
Per tutto il pomeriggio al Parco Spina Azzurra mercatini, gonfiabili per bambini e stand espositivi con AMI, LibertyChurch, La Goccia, ProLoco, Anima Mundi, Croce Rossa Italiana e la caccia al tesoro; alle 14 alla Cascina Robbiolo l’incontro di birdwatching a cura di ProgEco e ProLoco (prenotazione obbligatoria tel. 3343082209); nella palestra della scuola di via Tiziano le semifinali del torneo di pallacanestro “Dell’Amicizia in Rosa” a cura dell’Asd Bionics nell’ambito del progetto “InComune contro il disagio” (ore 15.30-17, il giorno successivo le finali); sotto i portici della Cascina Fagnana gli stand del Centro Culturale Bramante e del Centro Giovani Supernova. Infine in serata all’Auditorium Fagnana il grande concerto gratuito della Scuola Civica di Musica “Alda Merini”, con la partecipazione del gruppo jazz “Fononazional”, ensemble formato da Paola Atzeni (voce e flauto traverso), Marco Bianchi (piano), Marco Mangelli (basso) ed Eugenio Mori (batteria).

Buccinasco, 21/03/14 – Nell’attesa della fine dell’asciutta dei navigli, prevista per il 2 aprile 2014, ProgEco ha approfittato della giornata soleggiata per andare a pulire e preparare la pozza dei tritoni (la famosa pozza del sottopasso di Buccinasco Castello). In questo modo quando l’acqua di falda tornerà a fluire in superficie con l’aiuto delle pompe, i tritoni troveranno il loro luogo pulito pronti così a deporre le uova per la imminente stagione riproduttiva di questi importantissimi anfibi. Sono stati raccolti due sacchi di rifiuti e una decina di lastre di plastica. Tra le varie cose racimolate si citano: batterie, bombolette, bottiglie di vetro, bottiglie di plastica, pacchetti di sigarette, tantissime carte da confezione di plastica, due ombrelli, un sacchetto di rifiuti, moltissimi pezzi di polistirolo, ecc. Ecco alcune immagini con la pozza pulita e pronta per i nostri amici salamandroidei.

20140321_130137

Rifiuti raccolti lungo tutta la pozza

20140321_130221

Sistema di pompe della pozza. Sopra erano sparsi molti rifiuti

20140321_130303

Sottopasso della pompa ripulito

20140321_130339

Uscita del sottopasso versante campagna. Sullo sfondo la tangenziale ovest

Domenica 30/09/2012 presso il parco Spina Azzurra, via Fagnana, di Buccinasco (MI) si terrà l’edizione 2012 dell’International Rabbit Day & Friends organizzata dall’associazione AAE, con la collaborazione di MI.F.A. onlus e con il patrocinio del Comune di Buccinasco (MI). Tante attrattive, conferenze e adozioni. Non mancate, vi aspettiamo!

L’International Rabbit Dayè una giornata internazionale che promuove la conoscenza, la protezione e la cura dei conigli domestici e selvatici. Si svolge il quarto sabato o domenica di settembre. Quest’anno verrà celebra in Italia il 30 settembre a Milano (Buccinasco).

La sede sarà il bellissimo Parco Spina Azzurra, che con i suoi prati e laghetti rappresenta la perfetta cornice per trascorrere una giornata serena immersi nella natura, insieme a conigli, cavie, piccoli roditori, amici e familiari.

Nel corso della giornata si svolgeranno i seguenti eventi:

Conferenza a cura dei veterinari SIVAE
(Società Italiana Veterinari per Animali Esotici)

Il coniglio felice
Tutti i consigli per garantire al coniglio una vita lunga e sana: alimentazione, sterilizzazione, vaccinazioni…

Cavia e altri piccoli roditori: i consigli degli esperti 
Tutto quello che bisogna sapere sulla gestione, l’allestimento della gabbia, l’alimentazione, per prevenire incidenti e malattie.

Chiedilo al veterinario: domande e risposte
Domane libere ai veterinari SIVAE, su gestione, comportamento e salute.

Informazioni sull’anagrafe dei conigli e l’applicazione del microchip 

L’applicazione del microchip è un atto di amore verso il coniglio perchè:
- serve a riconoscere il suo status di animale da compagnia, come sono cane e gatto
- aiuta a riportare a casa conigli che sono scappati
- previene il fenomeno dell’abbandono

L’applicazione del microchip è rapida e indolore e l’iscrizione all’Anagrafe Conigli è semplice e gratuita. Nel corso della giornata potrete anche voi fare applicare il microchip ai vostri conigli.
Mostra di simpatia
Conigli, cavie e altri piccoli roditori sono tutti benvenuti e potranno partecipare alla mostra: non verranno premiati i più belli, perchè per noi ogni animale è bello: tutti possono partecipare!

Nel corso della giornata saranno allestite bancarelle per la vendita di gadget e la pesca di beneficenza, per raccogliere fondi a favore degli animali accolti dalla AAE.
Sarà possibile adottare direttamente tanti animali abbandonati.

Siete tutti invitati

INGRESSO LIBERO

Cos’è la giornata internazionale del coniglio

Durante la giornata internazionale del coniglio celebriamo i numerosi modi in cui i conigli portano gioia nella nostra vita, e pensiamo tutte le maniere in cui si fa loro del male, con la caccia, l’allevamento intensivo, l’uccisione a scopo alimentare, la sperimentazione medica, i test dei prodotti cosmetici, l’allevamento da pelliccia, e la negligenza con cui tanti conigli da affezione sono tenuti nelle case in condizioni di trascuratezza.

La AAE e la House Rabbit Society affermano che ” TUTTI i conigli sono importanti come individui, a prescindere dalla purezza della razza, il temperamento, lo stato di salute o il rapporto con gli esseri umani. Il benessere di tutti i conigli è la nostra considerazione preminente. In linea con la nostra missione, siamo contro lo sfruttamento dei conigli … i conigli domestici sono animali da compagnia e si dovrebbe offrire loro almeno gli stessi diritti individuali, il livello di cura, e di opportunità per la longevità come comunemente offerto ai cani e ai gatti che vivono come compagni umani.”

Il Progetto “NaturAmica” è un progetto di educazione ambientale coordinato dall’Associazione ProLoco di Buccinasco, in collaborazione con MI.F.A. Missione Fauna e Ambiente, Legambiente Circolo di Buccinasco – Corsico “Il Fontanile” e la Cooperativa Soc. Spazio Aperto.  Il progetto ha coinvolto le scuole medie ed elementari, pubbliche e private, sensibilizzando alle tematiche ambientali e al tema della prevenzione e della lotta al degrado ambientale.

Turisti a Buccinasco

Per certe avventure non si parte mai quando si parte. Si parte prima. Fino a poco tempo fa eravamo seduti su una sedia, nella biblioteca della scuola, a guardare dei filmati, delle presentazioni, riguardanti la fauna e la flora del mondo intero. Spesso, siamo stati anche turisti, seduti sulla poltrona di qualche aereo, diretti per chissà quale destinazione: dall’Italia alla Francia, dalla Francia all’America, sempre curiosi di conoscere paesi lontani. Spesso però, ci siamo dimenticati di andare alla scoperta di quello che avrebbe potuto celarsi dietro l’angolo di casa nostra.  Ma ecco che la scuola ci presenta una grande occasione, dandoci l’opportunità di partire per un “viaggio” particolare, alla scoperta di un grande tesoro: l’ambiente naturale che ci circonda.  In questa esplorazione, saremo accompagnati da una guida che conosce bene il nostro territorio: Samuele, grande amico della natura. Si parte. Prima tappa il parco Spina Azzurra. Eccoci, davanti a un laghetto dall’acqua zampillante, in cui le papere e le anatre, a dir poco pavoneggianti, sono intente a dominare il loro specchio  d’acqua urbano, quasi a volerlo proteggere dai vandali che, vi porgo le mie scuse, non finirei mai di insultare.  A seguire, Samuele, ci conduce verso la seconda tappa, un altro laghetto artificiale che, per ironia della sorte, sorge proprio davanti alla nostra scuola. Questa volta ad aprirci la porta sono le oche Cinesi, Padovane,  Romagnole e i Germani, che ci accolgono proprio come se fossimo degli ospiti inaspettati. Questo laghetto, punto simbolico di Buccinasco, accoglie anche altri graditi ospiti, che tagliano il cielo quando percepiscono dei cambiamenti climatici. Tra questi ospiti spiccano i gabbiani in Inverno e i rondoni in Estate. In seguito facciamo tappa davanti ad un fico possente, quasi che si voglia imporre su tutti gli altri alberi. Accanto a lui le sue scorte, due sambuco dall’aria poco scherzosa che fanno da sfondo a un cielo morto che si apre sopra i nostri occhi. Lasciato questo panorama, che definirei quasi “orientale”, ci rimettiamo in cammino sulla retta via, per poi fermarci solo dopo pochi metri. A giustificare questa nuova sosta, c’è la spiegazione di Samuele sulla creazione della cava artificiale e del ruolo delle pietre che, sostenute da reti metalliche, fanno da muro alle erosioni. A catturare la nostra attenzione, poco dopo, ci sarà una casa per pipistrelli (se preferite bat’s house) che dal mio punto di vista, trovo sia una cosa molto curiosa e geniale. Questi “uccelli” che spesso definiamo come “schifosi topi volanti”, in realtà sono molto utili, perché riescono a difenderci da quelle più che mai odiose zanzare (con cui ho fatto diverse battaglie) e a ristabilire la biodiversità della fauna. Dopo tanti passi incontriamo un laghetto naturale (alimentato dall’acqua di falda), celebre per le “mille o più” nutrie che nasconde al suo interno. Sarà qui, all’ingresso del parco del fontanile Mortisia che ci accorgeremo che fare delle foto, oltre che diritto, diventa dovere. Anatre, Oche e bella compagnia se la spassano tutto il giorno e, di corteggiamento in corteggiamento, di sfornata in sfornata (i piccoli sono quasi all’ordine del giorno), si costruiscono la loro giornata nell’immensa quiete che noi gli abbiamo negato nei nostri 30 minuti di permanenza nel parco sub-urbano.  Il fontanile però non ci ha riservato solo questa bella immagine, ma aimè, avendo patito una grave siccità è diventato anche una specie di grande tomba dei poveri pesci a causa della mancanza di ossigeno. E’ qui che Samuele porrà una domanda a cui seguirà una sua (ovviamente) immediata risposta: – Perché gli alberi sorgono vicino ai corsi d’acqua?  – Per mantenere compatto il terreno. Samuele mi ha anche fatto provare un sentimento felice, quando ci ha informato dell’esistenza di ben 80 specie d’uccelli nel nostro paesino. Allo stesso tempo però ho provato molto disagio, quando invece ci ha informato dell’esistenza di un divieto importante: fatta eccezione per gli autorizzati (tra questi il simpatico Willy, la nutria di Samuele), è reato immettere e detenere, nel nostro territorio, animali selvatici. Allo stesso tempo però, siamo obbligati ad aiutare la fauna selvatica, nel caso in cui qualche esemplare dovesse trovarsi in difficoltà. Mentre sono intento a scrivere sul mio block notes, mi devo interrompere, per salutare un’anatra assonnata che è in ascolto, e invitarla a tornare in acqua. Dopo questo pit stop, grazie sempre al contributo di Samuele, scopriamo quanto siano importanti gli animali che hanno contribuito alla formazione di oggetti altamente tecnologici e meccanici, come ad esempio gli aeroplani, e il martello pneumatico. Rispettivamente ringrazio quindi le rondini e i picchi, che hanno facilitato con la loro vita, la creazione degli oggetti appena nominati. Un altro esempio d’ignoranza 100% (potrei scrivere un libro solo con questi esempi) ci viene dato quando sentiamo che i vandali, si divertono a tirare i sassi agli animali. Nel mirino hanno i maschi delle anatre, che corteggiano sì le loro femmine, magari anche in maniera troppo asfissiante, ma non meritano certo le sassate, che invece dovrebbero tornare al mittente, come fossero un boomerang. L’ultima tappa è il fontanile Brianzona e la via della Musica; ed è in questa via che faremo anche la nostra ultima sosta. A prima vista solo un genio riuscirebbe a comprendere che il lampione è una matita, la panchina un giradischi, le piastrelle un disco, Tutto nel complesso in questa via è tenuto male, a partire dai cartelloni dei musicisti, sino al povero sofferente fontanile. Peccato, perché qui ci si potrebbe sentire lontano dai rumori e dalla frenesia della città. Invece i vandali hanno preso di mira il fontanile, che oltre a patire una strana siccità, si ritrova a essere una discarica del pericoloso amianto, che viene addirittura bruciato, diffondendone la pericolosità nell’ambiente circostante. Senza gesticolare, senza proferir parola, ma soltanto per iscritto voglio rimproverare coloro i quali hanno buttato nel rogo la loro vita, il loro futuro prendendo l’amianto in mano, sigillando così, inconsapevolmente, una morte che hanno chiuso in cassaforte, mi correggo, nei loro polmoni e purtroppo forse anche nei nostri. Ed eccomi passo dopo passo…o meglio polpastrello dopo polpastrello pigiati sulla tastiera del mio computer, alla conclusione di quest’avventura. Spero tanto che questo “viaggio”, nonostante il tempo malinconico che ha avuto da sfondo, lasci il segno su tutti noi. Noi che siamo il futuro, dobbiamo imparare ad amare e tutelare l’ecosistema in cui viviamo. Non mi resta che chiudere il sipario e ringraziare lo “staff” di quest’avventura, e il mio gatto che mi ha aiutato a realizzare questo componimento.

Lorenzo Conti   (classe 1C)

Spazi verdi per i cittadini, laboratori per i bambini e nuove opportunità di lavoro. L’Amministrazione ha deciso di riprendere i due progetti della Giunta Carbonera, una prosecuzione della sensibilità ambientale e della cura per il nostro territorio

Buccinasco (18 luglio) – Si chiamerà “Il Giardino dei cinque sensi” il nuovo Parco Plurisensoriale che l’Amministrazione ha intenzione di realizzare nell’area comunale di via Garibaldi (adiacente agli orti di via degli Alpini). A questo si aggiungerà l’Orto Botanico che invece troverà posto in via Fagnana.
Due progetti già studiati e deliberati dalla Giunta Carbonera, non più ripresi negli anni successivi. Ora la nuova Giunta guidata dal sindaco Giambattista Maiorano ha deciso di realizzarli finanziandoli con sponsorizzazioni di privati e fondazioni sensibili ai progetti ambientali.

Il Parco Plurisensoriale ha l’obiettivo di favorire l’accessibilità di uno spazio verde nella sua totalità, in particolare a chi ha ridotte capacità motorie e sensoriali: ci saranno percorsi visivi, sonori, olfattivi e tattili ma anche gustativi grazie alla presenza di aree con specie vegetali aromatiche, da orto e da frutteto. Avrà funzioni polivalenti anche il Giardino Botanico, con spazi dedicati alle scuole e a percorsi didattici e laboratori. Altri invece serviranno per la formazione di giovani con difficoltà sociali da inserire nel mondo del lavoro. Si intende così integrare la vendita e la produzione di piante con le attività e le caratteristiche di un Giardino Botanico che prevede aree dedicate anche alla ricerca e allo studio.

“Riprendere il Parco Plurisensoriale e il Giardino Botanico significa costruire un ‘ponte’ con quanto aveva realizzato la vecchia Giunta Carbonera – dichiara il vice sindaco Rino Pruiti – una prosecuzione della sensibilità ambientale e della cura per il nostro territorio”.
“Come assessore ai lavori pubblici avrò il compito di attuare questi due splendidi progetti – continua – dopo aver trovato i finanziamenti necessari”. Il costo complessivo è stimato in un milione e mezzo di euro.

“Questi progetti fanno da apripista ad un nuovo paradigma grazie al quale uomo e natura possono tornare a vivere in armonia – spiega Samuele Venturini, assessore all’Ecologia, Tutela ambientale e Parco Sud”.
“Sia il Giardino botanico che il parco plurisensoriale – precisa – avranno valenze non solo di tutela ambientale ma permetteranno anche una fruizione sociale e culturale delle importanti aree verdi del nostro Comune e avranno anche l’obiettivo fondamentale della conservazione biologica, degli ecosistemi e della tutela della biodiversità: un ambiente sano permette a tutti noi di vivere bene. Buccinasco ha la fortuna di custodire un significativo patrimonio naturalistico da proteggere e valorizzare”.

Ufficio stampa Comune di Buccinasco

Buccinasco, 30/06/12 – La prima volta che vidi un esemplare di tarlo asiatico (o cerambice dalle lunghe antenne) fu nell’esatte 2007 presso l’isola ciclo pedonale di Buccinasco Castello, Buccinasco (MI). Si trattava di un individuo presente sul secondo acero appena si entra con la bicicletta nell’isola in questione in direzione Gudo Gambaredo. Dopo circa 5 anni sullo stesso albero e nel medesimo posto ho rivisto un nuovo esemplare di questa specie. Ho subito scritto una mail alla Regione proprio come da direttive impartite dall’Ente opportuno. Fortunatamente non ho osservato nessun foro di sfarfallamento e forse si potrebbe trattare di un individuo ancora isolato. Certo occorre intervenire in poco tempo per scongiurare una eventuale invasione e diffusione che potrebbe rappresentare un rischio per le piante autoctone (aceri, querce, farnie). MI.F.A. vi terrà aggiornati su questo argomento.

Buccinasco, fontanile Battiloca – Non molto tempo fa l’associazione MI.F.A. onlus in collaborazione con il Comune di Buccinasco, alcuni privati e l’ENPA Monza Brianza ha liberato in alcuni punti del territorio comunale degli esemplari di anatidi recuperati da alcuni sequestri.
Come già accaduto qualche anno addietro, anche questa volta gli uccelli sono stati vittime di furti, maltrattamenti e uccisioni da parte di criminali che si aggirano nei paraggi del Cimitero. A loro vanno i migliori auguri di subire la stessa identica sorte, nel più breve tempo possibile.

Ci scusiamo con tutte le persone che amavano passeggiare per questo fontanile e osservare la simpatica fauna qui presente. Fino a nuovo ordine non saranno più messi animali e il Battiloca perderà cosi una grossa parte di vitatlità. Vi lascio la fotografia del cartello che è stato affisso dall’associazione “i ragazzi della Gabana”. Chiunque avesse visto i responsabili è pregato di segnalarlo.